Vivo sognando.

Ho sognato di vivere
ed era un posto molto, molto strano:
tutte le cose lì si toccano,
s’intende da vicino, non da lontano.
Ho sognato di vivere:
è un posto col passato e col presente,
e le cose succedono
o prima o dopo, separatamente.

Ho sognato di vivere-Vecchioni.

Ho sognato per un istante di scansare la luce, per vedere quello che la notte tace.
Ho scomposto le parole, fino a dargli la forma di un abbraccio. E li ho visto un ricordo.
Ho sognato di riavvolgere il tempo soffiandoci su, ché timido si era nascosto nel cassetto del cuore.

Ho sognato di saper resistere al vento, che tenta tutte le volte di strapparmi via dalle mani, quei sogni che sogno, senza mai dar loro peso.
Ho sognato un posto bellissimo.
Uno di quelli dove i fiori sbocciano sulla pelle, profumandola di nostalgia. Dove i petali sono il fiato che voglio…

View original post 266 more words

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s