Di stagioni che non vanno e pensieri che ritornano.

C’era da aspettarselo che sarebbe tornato.
Si è vestito per qualche tempo di raggi che penetravano dalla finestra, fino a sfiorare le pareti.
Ha colorato i giorni, giocato con l’aria rendendola mite e profumato l’attesa.
Ha stimolato la fantasia scandendo il fruscio del tempo.
Ha soffiato forte sulle nuvole, ricoprendo il cielo di un azzurro limpido.
Ha fatto si, che la felicità fosse il bisbiglio di parole che si spalmavano sul cuore.
“Eccola la nuova stagione” mi sono detta. E proprio, quando accoglievo il profumo di un desiderio nuovo, in sottofondo, sentivo il brusio deciso dell’inverno.
Della pioggia che cade, lasciando la sua impronta sulla pelle.
Del vento che trascina altrove le mie paure. Sembra di sentirla la sensazione di gelo.
Ho iniziato a contare i secondi, che durano solo il tempo di un sospiro.
Mi guardo intorno.
Gli odori prepotenti della mia cucina, segnano la fine di un giorno…

View original post 154 more words

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s