Storie di felicità.

La felicità non è una questione d’istanti, ma una presenza costante, che corre parallela a noi. (Roberto Vecchioni)

Dev’essere così che succede, ti cammina accanto anche quando non la vedi. Anche quando i giorni, altro non sono che cumuli di silenzio.
C’è in quel lamento costante che rivolgi al vento e fa sbattere sempre la porta.
C’è anche se non la riconosci, e quando la rivedi le urli forte tutte le cose che ha cambiato.

La felicità è lì.
Nei versi che la primavera sussurra.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Negli alberi che amano così tanto le foglie da non lasciarle andare.
C’è perfino tra quei rami che invece scelgono di spogliarsi, abbandonandosi alla primavera. E si aggrappano ai colori e alla vita.

Dev’essere in quella sensazione che ti pervade all’improvviso, ma che preme forte perché sa di essere altro, oltre quello che hai sempre visto.
Di quei battiti che non sono più il fiato…

View original post 144 more words

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s