Io, le liste e i menù.

Ho una lista per ogni cosa.
Ne ho una ad esempio sulle note del telefono, dove segno tutti i titoli dei libri che voglio comperare. Un modo come un altro per non farmi cogliere impreparata semmai improvvisamente decidessi di entrar in libreria.
Ne ho una nel taschino interno della borsa, dove trascrivo la spesa da fare. Ma inspiegabilmente qualcosa dimentico sempre.
Su un taccuino piccolo che mi fu regalato tempo fa, annoto invece, tutti gli appuntamenti del giorno, ed esclusi vari imprevisti questo lo rispetto alla lettera.
Restano poi, le tasche dei jeans, del giubbotto e delle camicie, specie quelle a quadri.
E insomma, quando l’altro giorno mi fu proposta una gita fuori porta, eccomi subito pronta con carta e penna, e l’entusiasmo tipico di chi vuol mettere da parte l’immaginazione e iniziare a “cucinare” attimi di realtà.
Mi son detta: Dolce o salato? Primo o secondo? Antipasto o contorno?

View original post 186 more words

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s