Segreti, richieste e arruffianamenti vari…

Aside

Melania Licata

Lei certi segreti li conosceva bene. E conosceva pure la maniera di arruffianarsi il marito quando in pentola bolliva qualcosa.
Era tutto calcolato e studiato nei minimi dettagli. E se aveva bisogno d’aiuto, adescava noi picciriddi come suoi complici.
“Non ci dite niente a vostro nonno Nunzio che quello non è scimunito e capisce tutto” diceva così Carmela. E per dimostrarle che quelle parole le avremmo tenute con noi e che mai sarebbero uscite da quella stanza, ci mettevamo le dita sulle labbra, giurando di mantenere il segreto.
Ma lui qualcosa avvertiva, perché scimunito non era, né ci piaceva che gli altri lo pensassero.
Perciò la mattina usciva presto da casa e lasciava Carmela libera di architettare. E mentre si incamminava, nonno Nunzio pensava che nulla era migliore di quel momento, per avanzare e rispondere a Carmela.

Ci mettevamo subito all’opera e complici di quel segreto aiutavamo Carmela a preparare.

View original post 395 more words

Il Grillo di Nino Barraco è Vignammare (Appunti di Gola)

Vini di Sicilia

Il primo bicchiere, quello versato nel caldo di un martedì di luglio, arriva in fretta, che la vampa urla la sete e il vino non è solo testa ma è anche gioia e cuore: e la frustata che arriva nel petto è proprio un frammento di Sicilia. Assolato, profumato e schietto. Rumoroso come un crocchio d’uomini in disputa e silenzioso come una trazzera nascosta. Asciutto come un campo mietuto da poco e umido come il mattino dopo. Giallo come la stoppia, blu come i pomeriggi sicani.

Sorgente: Il Grillo di Nino Barraco è Vignammare – Appunti di Gola

View original post

Choccake (pancakes al triplo cioccolato)

Burrata, fiori e alici in carrozza allo zafferano

Carciofobia 31-3

Non si fa altro che parlare di street food!
Ultima moda? Americanate? Hot dog o kebab? Ma de che!

Lo street food in Italia ce l’abbiamo sempre avuto, una punta di diamante della nostra amatissima cucina! Ci voleva la semplicità della lingua inglese per mettere insieme la pizza al taglio, i supplì, crocchette, olive ascolane, morselli, trapizzini…Potremmo fare una sfida ed elencare tutti gli street food italiani, le nostre belle regioni ne offrono una varietà immensa, capace di accontentare tutti i gusti, anche i più difficili. Se iniziassimo ad elencarli uno per uno credo che non finiremmo più, o almeno , non avrei modo di scrivervi la ricetta di oggi, che, casualità, è proprio una ricetta di street food italiano, un grande classico della nostra tradizione culinaria: la mozzarella in carrozza. 

Per uscire un fuori dagli schemi della tradizione, ho pensato però ad una versione di mozzarella…

View original post 475 more words

Rigatoni alla Giuliese: 5 tappa #girodeiprimi… andiamo in Abruzzo

Una Favola in Tavola " Il Mondo di Ortolandia"

cartina-abruzzi-molise-340x255Da sempre terra di grande tradizione agricola e pastorale, l’Abruzzo offre a chi lo visita un’ampia scelta di profumi e sapori. E’ una regione dai panorami splendidi, non solo regalati dai colli che sfoggiano oliveti  e vigneti carichi di frutti di altissima qualità, ma anche dal mare su cui affacciano tre delle sue quattro province, l’Aquila esclusa, dai monti che occupano quasi i due terzi della sua superficie, su cui svetta il Gran Sasso, i grandi parchi naturali. Boschi, pascoli e fertili colline, mare e costa, consentono alla mano sapiente dell’uomo di realizzare cibi e bevande indimenticabili. Una cucina dai sapori forti, robusti e molto speziati. La cucina abruzzese la si può definire come un insieme di gusti diversi, che si articola attorno ad alcuni tipici piatti principali. Diffusissimo, soprattutto nella provincia dell´Aquila, il pregiato e aromatico zafferano che è alla base di molte pietanze abruzzesi. L’agricoltura resta un’attività di…

View original post 562 more words

Linguine Limone e Pepe con Salmone e Menta

Una Favola in Tavola " Il Mondo di Ortolandia"

20160707_190702Questa Rubrica del Venerdì “L’Angolino del Papà”  è una delle preferite dalla ciurma e in particolar modo dal Vice Capitano. Proprio l’altro giorno è tornato a casa con una confezione di Pasta: Linguine Limone e Pepe. “Amore, questa me la devi fare, condiscila come vuoi ma la voglio proprio assaggiare”. Agli ordini Vice Capitano! Così mi sono messa ai fornelli, con la curiosità di tutta la ciurma di provare questa pasta. Nella mia cucina Limone e Pepe richiamano Pesce, così ho deciso di preparare un semplice condimento con Salmone e Menta fresca. Un piatto estivo, profumato e saporito, una pasta deliziosa, delicata e fresca. Dovrò provare a prepararla in casa, in versione senza glutine, così da poterla gustare anch’io senza problemi. Bene, mettiamoci ai fornelli e godiamoci questo buon piatto di pasta! Buon week end a tutti!

Ingredienti per 2 persone:

160gr di Pasta Linguine Limone e Pepe
1…

View original post 95 more words

Furesta Nera Cake (or my version of Black Forest Cake) / Furesta nera (o anche la Foresta nera a modo mio)

rise of the sourdough preacher

 furesta nera 1

Antinea is a special person. We’ve known each other for little over a year but it is as if it were a life time that we have been friends. It was a mutual friend who introduced her to me. With the impending 35th birthday I thought it would be good for me to start some kind of physical activity to keep fit. Amongst the various options the most popular for women in their thirties seemed to be pilates and talking to Marko it came out that her friend Antinea is pilates instructor. There was a nice vibe from the start and despite my stiffness and the struggle to assimilate her teachings I decided to trust her, committing to exercising and trying to overcome my limits. And so it was. I’m sure that without her there would have been no “Cuochi d’artificio”and I am convinced that pilates has…

View original post 1,695 more words

I sani venerdì: polpette di tonno e zucchine