La storia dentro la bottiglia.

Diary of Wine and Rum

Mi porto in testa l’esigenza di scavare a fondo quelle bottiglie che mi hanno stupita.Cogliere certe presunte stravaganze della personalità dell’uomo che le ha create,evidenziabili nel vitigno o riscontrabili nel vino.                                                                  Mi serve capire i modi di farlo quel vino. Piccole o grandi vicende personali dei  vignaioli, interpretarne le parole e collocarli nel loro terroir. Arcagna, Migliarina, Galeae, Posaù, Luvaira, Pini, Giuncheo, Curli, Brae, Brunetti, Tramontina,ecc.

Torno quì ma stavolta vi racconto di  Filippo Rondelli,ovvero Terre Bianche.Dei suoi vini e del suo lavoro  approfondito e meticoloso di mappatura di queste aree storiche,  che grazie in larga parte a lui,sono riunite in un documento, vi racconto dell’associazione costituita  anche per la sua tenacia e  le sue prospettive,dapprima con cinque produttori…

View original post 845 more words

Advertisements

2 thoughts on “La storia dentro la bottiglia.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s